martedì 12 febbraio 2008

Papà mi porti alle giostre?

Il post di Beppe Grillo sulla famigliola che non riesce arrivare alla fine del mese l'ho trovato davvero troppo commiserevole... se non hai i soldi per portare i bambini alle giostre puoi anche inventare qualcos'altro per farli divertire.
Forse sarà colpa delle nuove generazioni ma da piccolo ero contento anche se solo mio padre giocava insieme a me con giochi a costo zero, usando un po' di creatività e dedicandomi un po' del suo tempo... non era mica necessario andare alle giostre!
Nessun commento sul finale con la mano sotto la pressa...

5 commenti:

sam ha detto...

sono davvero d'accordo con te..le nuove generazioni non si accontentano mai..e forse vivono peggio!!

Anonimo ha detto...

Caro amico.
Il mondo è veramente strano, fa rifletter che alcuni di noi non riescano a distinguere la realtà dalla finzione, il mulino bianco dalla periferia delle nostre città, i babbi che scendono dalla loro bell’auto e vedono i loro pargoli che giocano nel giardino, le mamme che sfornano pietanze d’ogni genere, da cucine enormi e super accessoriate.
Io mi sveglio la mattina alle 6:00 aiuto mia moglie a preparare i bimbi, li accompagno a scuola, e poi corro a lavoro, e sto li scaricando ordini dal PC e impostando pressa e taglierina fino alle ore 19:30 (quando va bene), dopo torno dalla mia famiglia, spesso i piccoli già dormono, ma io vado sempre a dargli un bel bacio.
Mi piacerebbe molto fare con loro i giochi che mio padre faceva con me, nizza, nascondino, ecc.
Ma sai il tempo è quel che è.
P.s.
Scusami se ho disturbato, scusami se erano 8 mesi che non andavano alle giostre, scusami se loro le merendine con gli optional se le sognano, scusami se il loro babbo gioca poco con loro.
Cordialmente Alessio.

Miky ha detto...

Secondo me, il post di Beppe Grillo non meritava neanche un tuo commento.
Mi spiace ma non credo alle storie un po' buttate lì. Rata del mutuo, ma è un monolocale o una villetta con giardino? Rata della macchina, ma è una fiat, una Golf o una BMW?
L'ho letto e penso alle persone che non si accontentano di quello che hanno, ma si sentono falliti perchè non hanno quello che hanno gli altri.
Per non parlare del finale che decisamente fa capire quanto la persona era povera dentro più che povera materialmente.

sam ha detto...

posso condividere alcune considerazioni fatte da alessio,in questo periodo il carico fiscale ci opprime non poco, soprattutto se sei (come me) un lavoratore dipendente.
posso essere d'accordo che sia difficile trovare tempo da dedicare agli altri..
ma con pochi euro nel portafoglio, e la spesa da fare, io penso non sia necessario porare i figli alle giostre..
ci sono tantissime altre attività che si possono fare senza spendere denaro..
una bella partita nel parco..un giro in bici..
cosa vuol dire che erano 8 mesi che non andavano alle giostre..mica è obbligatorio..
io penso che il "problema" di fondo di questa discussione sia il fatto di aver frainteso il commento.
nessuno dice che è facile tirare avanti, qui si stava parlando di come spendere il tempo libero a disposizione, e di come sia difficile oggigiorno apprezzare le cose semplici..
nessuno vive come la famigliola della mulino bianco, ma si può essere lo stesso molto felici..
parola di una che non ha mai mangiato le pastine mulino bianco con sorpresa

Silva ha detto...

Sul venerdì di repubblica di qualche settimana fa c'era un'inchiesta sul costo della vita. E facevano la cosa più semplice: analizzavano prezzi di prodotti di largo consumo dal 1975 a oggi valutandoli non con l'aumento normalizzando l'inflazione (che è un calcolo possibile certo ma più contradditorio nella scelta dei parametri) ma con la percentuale in base allo stipendio. E il risultato è che la percentuale di stipendio rappresentata da pasta, cinema, auto, hotel ecc... è molto simile! Oggi conclude, non è che si ha di meno o che le cose costano di più: è che le cose si comprano a rate e non quando si hanno i soldi per farlo, la macchina si cambia molto più spesso, si fa meno affidamento a prodotti di propria coltivazione o regalati da amici contadini, si usa meno portarsi la borraccia e il panino e di più fermarsi al wine bar fighetto magari facendo 10 weekend fuori oltre alle vacanze... è uno stile di consumo sempre più americanizzato: in america sono 2 anni che il debito delle famiglie supera il risparmio! Fermate le finanziarie e tutti i subprime!